LOSCAVO_Header
LOSCAVO_Titolo
L'EDIFICIO ROMANO DI VIA PIETRA A PADULE
Condotto tra il 2006 e il 2012, lo scavo di via Pietra a Padule ha portato in luce nuovi settori di un grande edificio di epoca romana, a cui appartengono anche le strutture sul lato a valle della strada, scavate nel 1931-1932 e attualmente protette dal Museo "G. Lera".

Dell'area archeologica "Massaciuccoli romana" fa parte anche la villa dei Venulei, i cui resti si trovano più a monte, a poche decine di metri di distanza.
LOSCAVO_areaarcheolo_LL
LA VILLA DEI VENULEI
LO SCAVO
IL MUSEO "G. LERA"
NOVITÀ DALLO SCAVO
LOSCAVO_ricostruzioneL
Sorto durante il I a.C. come modesto impianto agricolo, l'edificio è stato in seguito ampliato (nel primo quarto del I d.C.) e fino al suo definitivo abbandono (avvenuto tra la metà e la fine del III d.C.) ha subito numerose trasformazioni e restauri.

Da piccolo insediamento rurale è presto diventato un grande complesso, con stanze affacciate su portici e cortili, dove si svolgevano le attività tipiche di una azienda agricola. Sono stati riconosciuti ambienti per l'immagazzinamento delle derrate alimentari, per il ricovero degli animali e dei lavoranti, rimesse per gli attrezzi, ma anche una cucina e ambienti destinati ad attività artigianali.

Nella seconda metà del I d.C. l'edificio fu dotato di un piccolo impianto termale, il cui frigidarium (la stanza per i bagni freddi) era pavimentato da un mosaico con animali marini fantastici, recentemente ricollocato nella sua sede originaria.

Nel II secolo d.C. sul lato nord del portico fu ricavato anche un ambiente destinato al culto (sacellum), di cui rimangono un piccolo altare per le offerte votive e pochi resti di una base su cui doveva ergersi la statua di una divinità al momento sconosciuta.

CHI HA SCAVATO?
Lo scavo è stato realizzato da un’equipe di archeologi professionisti, sotto la direzione scientifica della Soprintendenza Archeologia della Toscana. Attraverso la documentazione di tutte le tracce conservate e i reperti materiali raccolti, è stato così possibile ricostruire la storia del sito e dei suoi abitanti.
Il cantiere di scavo è stato inoltre luogo di apprendimento e formazione professionale per tantissimi studenti e giovani archeologi italiani e stranieri che hanno partecipato quotidianamente all’attività di scavo e di studio a diretto contatto con l’equipe di ricerca.
VUOI SAPERNE DI PIU'?
Lo scavo di Massaciuccoli è uno dei pochi scavi italiani totalmente open data. 
Ciò significa che tutta la documentazione che gli archeologi hanno prodotto durante le ricerche (schede, disegni, foto, piante, ecc.) è a disposizione di tutti on-line, liberamente e gratuitamente.

Se sei curioso di sapere di più dell'edificio romano di Massaciuccoli e di tutto ciò che gli archeologi hanno trovato, puoi scaricare tutta la documentazione che vuoi qui.
#SCAVASTORIE
È un progetto realizzato da:
Area archeologica "Massaciuccoli Romana" e GAM (Gruppo Archeologico Massarosese)  
Via Pietra a Padule, Massaciuccoli (Massarosa - LU)
0584 974550 | 328 9065168
info@massaciuccoliromana.it